Clicca per visualizzare la mappa
Quando:
28 novembre 2016@20:30
2016-11-28T20:30:00+01:00
2016-11-28T21:00:00+01:00
Dove:
Teatro Palladium
Piazza Bartolomeo Romano
8, 00154 Roma
Italia
Costo:
Gratuito
Contatto:
Biglietteria teatro Palladium
327 2463456

SUI GRADINI DEL CIELO
a Sara

di e con Isabel Russinova 

regia Rodolfo Martinelli Carraresi

con Giulia Pedone – flauto – Accademia Santa Cecilia

corpo di ballo Scarpette Rosse

musica originale Antonio Nasca

Porgerà un saluto il Magnifico Rettore Prof. Mario Panizza

CON IL PATROCINIO DI:

Amnesty International
Università RomaTre
Accademia Tiberina

_____________________________________________________________________

Isabel Russinova, testimonial di Amnesty International, prosegue nel suo impegno dedicato alla violenza contro la donna nel mondo occidentale e orientale, con un ciclo di eventi tematici e multidisciplinari, con il Patrocinio di Amnesty International, Università Roma Tre e la collaborazione dell’Accademia di Santa Cecilia.

In occasione della giornata contro la violenza sulle donne sarà presentato, il 28 Novembre al Teatro Palladium, Sui gradini del cielo, incentrato sullo spettacolo, da cui prende il nome, e tratto dal testo originale di Isabel Russinova sul tema del femminicidio, dedicato a Sara di Pietrantonio, la giovane studentessa di Roma Tre uccisa dall’ex fidanzato la scorsa primavera a Roma, in zona Magliana.

Lo spettacolo nasce allo scopo di diffondere e far riflettere su tematiche legate alla violenza sulla donna declinata in vari ambiti, con particolate attenzione ai giovani. In Occidente la donna è vittima di  efferati femminicidi, con statistiche che parlano di un numero di vittime da bollettino di guerra.

Sui gradini del cielo, il titolo vuole rimandare  ad  immagine  della donna come nuova martire, attraverso due storie diverse, ma identiche nel contenuto di ingiustizia e violenza contro la donna, vuole far conoscere e sensibilizzare sulle violenze che la donna del nostro tempo deve subire.

Ho scelto di  raccontare e dedicare  a Sara  il mio testo – afferma Isabel Russinova – perché la conoscevo, avevamo collaborato insieme in alcuni spettacoli, faceva parte del corpo di ballo diretto dalla mia coreografa. Il dolore per quello che ha travolto Sara e la sua famiglia certo non mi poteva lasciare indifferente”.

i-gradini-del-cielo
sui-gradini-del-cielo