Quando:
25 novembre 2017@16:00
2017-11-25T16:00:00+01:00
2017-11-25T16:30:00+01:00
Dove:
Teatro Palladium
Piazza Bartolomeo Romano
8, 00154 Roma RM
Italia
Costo:
Biglietti 15 e 13 euro

FLAUTISSIMO 2017 – 19a edizione

 

“IL MARE UNISCE I PAESI CHE SEPARA”

con Riccardo Ghiani, Alja Velkaverh, Julien Beaudiment, Mario Caroli, Matteo Evangelisti, Michael Kofler, Juliette Hurel, Jacques Zoon, Paolo Taballione, Paolo Totti e I Flauti di Toscanini.

 

Direzione artistica STEFANO CIOFFI

Il 25 e il 26 novembre presso il Teatro Palladium di Roma si terrà la diciannovesima edizione di Flautissimo, il Festival Italiano del Flauto, organizzato dall’Accademia Italiana del Flauto, con la direzione artistica di Stefano Cioffi.

 

 

Anche quest’anno, ad alternarsi sul palco, saranno i migliori rappresentanti dello strumento al mondo come Julien Beaudiment (solista della Los Angeles Philharmonic, dell’Orchestre de l’Opera National de Lyone e della BBC National Orchestra), Alja Velkaverh (flauto solista della GürzenichOrchester di Colonia, della London Philharmonic Orchestra e della Scala di Milano), Michael Kofler (Australian Chamber Orchestra, Budapest Strings, Philharmonic and Symphony Orchestras of Munich), Jacques Zoon (primo flauto solista della Chamber Orchestra of Europe, della Boston Symphony Orchestra e dei Berliner Philharmoniker diretti da Claudio Abbado) e tanti altri…

Il tema scelto di questa edizione è “il Mare”, l’elemento della natura che più di altri, per l’inconfondibile movimento ipnotico e sinuoso, polarizzò l’attenzione di Claude Debussy.

Così l’acqua, nelle numerose e differenti presenze, diviene il centro di un universo tutto personale, ora un suono, ora uno strumento, o un ritmo. Debussy evoca, allude, guarda alla Natura con un nuovo linguaggio che disattende la tradizione e si apre alle impressioni delle diverse esperienze artistiche e letterarie di fine Ottocento.

I concerti da camera di questa stagione, tutti eseguiti da grandi flautisti contemporanei, sono un tributo alla musica e alle intuizioni di Debussy e degli altri compositori che nella sua arte hanno trovato ispirazione, e le loro suggestioni fanno da sfondo al nostro viaggio musicale per le acque di tanti mari.

 

“La musica è una matematica misteriosa i cui elementi partecipano dell’Infinito. Essa è responsabile dei movimenti delle acque, del gioco delle curve descritte dalle mutevoli brezze […]. Per chi sa guardare con emozione, è la più bella lezione di sviluppo scritta in quel libro che i musicisti non leggono a sufficienza: il libro della Natura.” (Claude Debussy)

 

 

“Il mare unisce i paesi che separa” (Alexander Pope 1688-1744).


Il mare è un confine diverso, ancora oggi. Le linee separano, le acque uniscono. Ma l’unione non sempre è inclusione e tolleranza, quest’acqua ha scatenato odii per millenni, odio per la difficoltà di accettare un altro credo, odio per il dominio geografico, odio per il potere politico. Il nostro è un diario di bordo per raccontare un nuovo mare in cui solidarietà e accoglienza trovino asilo come vogliono gli usi millenari della navigazione. Salpiamo allora! Iniziando dalla guerra di Troia che ha generato il viaggio di Enea, un’erranza tra le acque del Mediterraneo alla ricerca di una casa, con la consapevolezza che abitare luoghi diversi può generare un nuovo dialogo tra le culture di questo Mare. E dalle ceneri di Troia abbiamo costruito un cartellone originale e appassionante navigando senza confini, senza pregiudizi, per avvicinare e conoscere l’altro diverso da sé.

Stefano Cioffi 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PROGRAMMA CONCERTO

 

25 Novembre, ore 16,00

DE L’AUBE À MIDI SUR LA MER
musiche di Gaubert e Pilati
flauto Riccardo Ghiani, Alja Velkaverh
pianoforte Francesca Carta

 

25 novembre, ore 18.30

SUR L’EAU

musiche di Gaubert

flauto Julien Beaudiment, Etni Molletones

 

25 novembre, ore 21

AU BORD DE LA MER
musiche di Andersen
flauto Mario Caroli, Matteo Evangelisti
pianoforte Irene Veneziano

 

 

CAST ARTISTI 25 26 NOVEMBRE PALLADIUM

RICCARDO GHIANI

Primo flauto dell’orchestra della fondazione Teatro Lirico di Cagliari, Ha compiuto i suoi studi fra Cagliari, Parigi e Ginevra studiando con: S. Saddi, R. Guiot, M. Larrieu, A. Marion, R. Dick, B. Canino e M. Bourgue

Ha collaborato con varie orchestre suonando sotto la direzione di prestigiose bacchette quali: G. Korsten, L. Maazel, C. M. Giulini,  G. Pretre, P. Steinberg, C. Hogwood, R. Abbado, C.r Hogwood, G.i Rozhdestvensky, R. Frühbeck de Burgos, E. Krivine, I. Fischer, G. Benjamin, F. Bruggen, T. Koopman, T. Pinnock, P. Schreier, L. Berio, S. Baudo etc.

Dal 1996 al 2001 è stato docente assistente di Aurèle Nicolet presso l’Accademia Musicale Chigiana

È docente presso i corsi estivi del Festival Bosa Antica, dei Cursos de musica de Segovia e del festival “Non solo flauto” – Poggio Ubertini (FI). Viene regolarmante invitato a tenere masterclasses flautistiche in Italia e all’estero (Spagna, Croazia, Francia, Romania, Polonia). Ha fatto parte della giuria di Concorsi Nazionali e Internazionali.

E’ membro fondatore dell’Hoffmansthal Ensemble e condirettore artistico del Festival “Le piace Richard Strauss?”  in collaborazione con il Richard Strauss Institut di Garmisch Partenkirchen.

Dal 1984 suona in duo con la pianista Francesca Carta.

ALJA VERKAVERH

Alja inizia i suoi studi in Slovenia, proseguendoli poi a Vienna sotto la guida del maestro Peter Lukas Graf. E’ studentessa anche di Michael Martin Kofler, Davide Formisano, Erwin Klambauer. Nel 2005 diviene membro della Bavarian Radio Symphony Orchestra. Successivamente, diviene primo flauto nella Bamberg Symphony, nella Gewandhaus Orchestra e nella Stuttgart Philharmonic. I rinoscimenti diventano sempre maggiori quando arriva ad essere il primo flauto nella Gürzenich-Orchestra. Le sono stati assegnati numerosi premi, incluso l’European Cultural Foundation Prize. Dal 2008 è inoltre membro della Chamber Orchestra Spira Mirabilis.

FRANCESCA CARTA

Nata a Cagliari, ha studiato pianoforte presso il Conservatorio G.P.da Palestrina di Cagliari e si è perfezionata con Roger Muraro, Eliane Richepin e Aldo Ciccolini.

Come pianista da camera è stata invitata a suonare in diverse sale da concerto in Italia e all’estero. Collabora con illustri strumentisti come Aurèle Nicolet, Jean­Pierre Rampal, Maxence Larrieu Antony Pay, François Leleux, Emmanuel Pahud, Bruno Pasquier, Felice Cusano, Michel Debost, Michel Strauss, Serge Collot, Patrick Gallois, Michel Arrignon, Milan Turkovic, Silvia Careddu, Raymond Guiot, Philippe Bernold, Shigenori Kudo, Pierre Yves Artaud etc. E’ membro dell’Ensemble Hoffmannsthal con Andrea Pettinau, Corrado Masoni, Riccardo Ghiani , Luigi Moccia , Nicola Fioravanti. Ha effettuato registrazioni radiofoniche e discografiche per conto de l’Academie Musicale Villecroze, Riverberi Sonori, Radio Suisse Romande, Radio France.

Dal 1993 al 2002 è stata pianista assistente presso il Conservatoire National Superieur de Musique de Paris e all’’ Ecole Normale de Musique de Paris

Attualmente insegna Pianoforte presso il Conservatorio G.P. da Palestrina di Cagliari.

MARIO CAROLI

Ha vinto a 22 anniil “Kranichsteiner Musikpreis” a Darmastadt ed ha cominciato così un’importante carriera solistica. Ha suonato nelle sale più importanti del mondo, dal Concertgebouw di Amsterdam alla Philharmonie di Berlino, dal Lincoln Center di New York alla Suntory Hall di Tokyo, dal Konzerthaus di Vienna alla Royal Festival Hall di Londra, in recital o da solista con le principali orchestre di tutta Europa, Stati Uniti e Giappone. Interprete molto amato dalla critica internazionale, che nei suoi riguardi non ha risparmiato i più alti elogi, ha inciso circa 25 cd, premiati in tutto il mondo. Insegna flauto nei cicli superiori del Conservatorio di Strasburgo e tiene masterclass nelle più importanti istituzioni musicali.

JULIEN BEAUDIMENT

Artista virtuoso, Julien rappresenta senza dubbio la scuola di flauto francese. A soli 22 anni diviene primo flauto ne la “Orchestre de l’Opéra National de Lyon”, e questo dà inizio ad una rapida ascesa che lo vede esibirsi sui più importanti palchi mondiali, come il “Théâtre du Châtelet” a Parigi, il  “Kumho Art Hall” di Seoul, al  “Palau de la Musica” a Barcelona, al “Opéra National de Lyon”, e a Bruxelles, Tokyo, Londra. Negli anni, si è esibito con numerose orchestre, tra le quali ricordiamo quelle di Stuttgart, Pechino, Manchester, Tolosa, Amsterdam, Monaco, Francoforte e Madrid. Nel 2006 diventa primo flauto nella BBC National Orchestra: questo lo rende il primo flautista francese ad essere primo flauto in un’orchestra Britannica. Parallelamente ad una grade carriera da concertista, Julien si dedica anche all’insegnamento: è infatti assistant teacher al Conservatorio di Lione ed artistic deputy al Conservatorio di Losanna. Insegna anche in diverse accademie, come in quella di Bruges, di Aix en Provence e tiene spesso masterclass negli Stati Uniti.

IRENE VENEZIANO

Irene svolge intensa attività concertistica in tutto il mondo. A Pechino è stata nominata membro onorario del Beijing Bravoce Music Club e in Perù ha ricevuto il titolo onirifico di “Visitante distinguida”. Nel 2011 ha debuttato al Teatro Alla Scala di Milano. Ha vinto una trentina di concorsi pianistici nazionali ed internazionali. Semifinalista al prestigiosissimo Concorso F. Chopin di Varsavia 2010 e finalista all’International German Piano Award di Francoforte 2015, ha ottenuto tra gli altri il Prix Jean Clostre a Ginevra, il premio A. Casella al Premio Venezia, 1° Premio e Grand Prix al Tim di Parigi. È stata premiata dal Presidente della Repubblica G. Napolitano al Quirinale con la “Borsa di studio G. Sinopoli” come miglior diplomato dell’Accademia di S. Cecilia di Roma. Suona in duo con il rinomato flautista A. Griminelli. Ha collaborato con importanti musicisti tra i quali i flautisti W. Bennett, D. Formisano, A. Oliva, M. Marasco, S. Careddu, il quartetto Terpsycordes, i violinisti F. Dego e D. Pascoletti; i tenori S. Pirgu, P. Mazzocchetti; il chitarrista E. Segre; il pianista B. Canino. Ha lavorato con importanti direttori d’orchestra tra cui: Y. Bashmet, O. Balan, R. Seehafer, M. Caldi, G. De Lorenzo, J. Bignamini, P. C. Orizio, V. Elner, S. Kochanovski. La rivista musicale Amadeus ha pubblicato due suoi cd solistici e uno in duo dedicato a Ottorino Respighi. Ha inciso un Cd del compositore F. Salaris e uno del compositore R. Vinciguerra pubblicato da Edizioni Curci. L’etichetta Velut Luna ha pubblicato il Cd “Sortilèges” a quattro mani con la pianista E. Grasso. L’Edizione musicale Vigormusic ha pubblicato la sua composizione “Rêve” per flauto e pianoforte e la sua composizione “Profumo” per pianoforte solo. E’ docente di pianoforte presso il Conservatorio “G. Puccini” di Gallarate e tiene numerosi corsi di perfezionamento annuali ed estivi.

JACQUES ZOON

Jacques Zoon ha iniziato lo studio del flauto presso il Conservatorio di Amsterdam, per perfezionarsi poi in Canada al Bannf Center for the Arts, con Geoffrey Gilbert. È stato membro della Netherlands Youth Orchestra e successivamente della European Union Youth Orchestra, diretto fra gli altri da Claudio Abbado e da Leonard Bernstein. È stato Primo flauto solista delle orchestre filarmoniche di Amsterdam, dell’Aia, della Royal Concertgebouw Orchestra e della Chamber Orchestra of Europe. Ha suonato spesso come Primo flauto nei Berliner Philharmoniker diretti da Claudio Abbado.

Nel 1997 è stato nominato Primo flauto della Boston Symphony Orchestra, con cui si è esibito anche da solista con Seiji Ozawa e con Bernhard Haitink. Nel 1998 è stato “musicista dell’anno” per il Boston Globe.

Tiene regolarmente concerti solistici, recital e partecipa a prestigiosi festival in tutto il mondo. Nel 2002 ha esordito con grande successo nell’esecuzione con strumenti originali. Con la Boston Baroque Orchestra ha interpretato i concerti di Mozart utilizzando il flauto classico, registrati per Telarc. Il suo poliedrico interesse verso il proprio strumento include anche gli aspetti tecnici e costruttivi.

Come solista e camerista ha registrato per le etichette più prestigiose, fra cui Philips, Decca, Deutsche Grammophon e Vanguard Classics.

Jacques Zoon ha insegnato al Conservatorio di Rotterdam, all’Indiana University, alla Boston University, al New England Conservatory e alla Hanns Eisler Hochschule di Berlino. Dal 2002 insegna al Conservatorio di Ginevra ed è stato recentemente nominato docente di musica da camera alla Escuela Superior de Música Reina Sofia di Madrid.

È primo flauto della Lucerne Festival Orchestra e dell’Orchestra Mozart, fin dalla loro fondazione. Con quest’ultima, ha interpretato il Prometeo di Nono e i concerti per flauto di Mozart, registrati da Deutsche Grammophon

MATTEO EVANGELISTI

Matteo Evangelisti è il primo flauto dell’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma. Ha collaborato con le più importanti orchestre italiane come l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, l’Accademia di Santa Cecilia, l’Orchestra del Teatro alla Scala, l’Orchestra del Comunale di Bologna.

Si è esibito da solista con le filarmoniche di Valcea e Vidin in Romania, con l’Orchestra dei Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino ed ha tenuto recital a Ginevra e Nizza con il M° Larrieu.

E’ vincitore dei più importanti Concorsi Nazionali ed Internazionali d’Italia, come: Severino Gazzelloni, Syrinx, Krakamp, Ovada, Palmi, Leonardo de Lorenzo.

Ha vinto il Concorso Internazionale Biwako in Giappone e il Concorso Internazionale Timisoara in Romania, ha ottenuto il secondo posto al Concorso Internazionale Maxence Larrieu a Nizza e la menzione speciale al Concorso Internazionale Jean-Pierre Rampal a Parigi.

PAOLO TABALLIONE

Nel 2008 vince il Concorso per Primo flauto nell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, nell’ Orchestra del Teatro Comunale di Bologna e dal Settembre dello stesso anno è il Primo Flauto Solista della “Bayerische Staatsoper” di Monaco di Baviera.

Dopo essersi diplomato nel 2001 al Conservatorio “S. Cecilia” in Roma, sotto la guida del M° G. Schiavone, si perfeziona con i più grandi flautisti del panorama internazionale: M. Marasco J.C. Gerard, M. Larrieu, D. Formisano, M. Caroli, W. Schultz. Prosegue gli studi in Svizzera al “Conservatoire Supérieur de Musique de Genève” nella classe del M° J. Zoon, ottenendo brillantemente nel 2007 il “Diplôme de Soliste avec Distinction” all’unanimità. Alla sua intensa attività flautistica, affianca dal 1998 lo studio della Composizione, disciplina in cui si è diplomato nel 2008, nella classe del M° F. Carotenuto al Conservatorio “S. Cecilia” in Roma, con il Massimo dei Voti.

CAMERON ROBERTS

Cameron Roberts è oggi riconosciuto come uno dei più talentuosi pianisti australiani. Si è esibito come solista in Europa, Sud America ed Australia. Ha iniziato i suoi studi sotto la guida di Mack Jost e Christopher Martin, laureandosi successivamente in Musica e medicina all’Università di Melbourne. Negli anni ha ricevuto numerosi premi che attestano il suo operato.

MICHAEL KOFLER

Kofler nasce in Austria ed inizia la sua carriera presso la Musikhochschule di Vienna. Nel 1987 viene invitato da Sergiu Celibidache a diventare il primo flauto della Filarmonica di Monaco. Negli anni è stato insignito di vari premi (ARD, Bruxelles, Praga ed altri), tra i quali anche un premio onorario per la cultura nella sua città natale. Michael si esibisce dal 1983 in numerosi concerti in tutto il mondo come flauto solo. Collabora regolarmente con famose orchestre quali la Academy of St Martin-in-the-Fields, La Australian Chamber Orchestra, la Budapest Strings, Vienna e Monaco Chamber Orchestra, ed anche con le Orchestre Filarmoniche di Praga, Monaco, Mosca, Tokyo, Tel Aviv e Varsavia. Negli anni ha stretto collaborazioni con numerosi artisti, tra i quali ricordiamo Paul Badura-Skoda, Irwin Gage, Stefan Vladar, Stephan Kiefer, Konrad Ragossnig, Xavier de Maistre, Regine Kofler, Martin Spangenberg, Benjamin Schmid, Clemens e Veronika Hagen

 

REGINE KOFLER

Nata a Monaco nel 1971, Regine Kofler studia con Ragnhild Kopp nel conservatorio Richard Strauss, spostandosi poi a Monaco e a Lione per completare il  suo percorso formativo. Si esibisce regolarmente dal 1994 in diverse orchestre e come solista, lavorando a stretto contatto con la Münchner Symphoniker. Dal 1994 al 1998 diviene l’arpista solista della Junge Deutsche Philharmonie, spostandosi poi presso la European Symphony Orchestra. Si esibisce in importanti concerti a Mosca, San Pietroburgo, Helsinki, Parigi, Amsterdam, Francoforte, Amburgo, Stuttgart e Londra.

JULIETTE HUREL

Juliette è nota a livello internazionale, avendo ricevuto negli anni numerosi premi e riconoscimenti per la sua attività. Negli anni ha stretto solide collaborazioni con svariati artisti, tra i quali si evidenziano Martha Argerich, Youri Bashmet, Gidon Kremer, Truls Mork e Jean-Guihen Queyras. Ha lavorato a fianco anche di compositori quali Pierre Boulez, Pascal Dusapin, Philippe Herant ed Eric Tanguy. Dal 1998 è flauto solo della filarmonica di Rotterdam. Sempre a Rotterdam, a partire dal 2010, ha anche una cattedra presso il conservatorio.

PAOLO TOTTI

Paolo Totti è nato e si è formato a Roma compiendo gli studi musicali di Flauto Traverso a pieni voti al Conservatorio Santa Cecilia. Autore di Saggi monografici, articoli di rivista e revisioni è il Fondatore e Direttore stabile dell’orchestra “I Flauti di Toscanini” per la quale cura tutte le trascrizioni. Ha al suo attivo più di 1200 concerti, gli ultimi dei quali come Direttore al fianco di solisti del calibro di Emmanuel Rossfelder, il Trio Cardoso, Guy Touvron, Nicola Mazzanti, Peter-Lukas Graf, Salvatore Vella, Andrea Oliva. Membro di commissione in Concorsi flautistici internazionali e Lauree di Conservatorio, ha inciso 6 Cd sempre con musiche in prima assoluta mondiale, gli ultimi due dei quali realizzati con I Flauti di Toscanini per l’Etichetta Discografica Alfamusic, che si distinguono per essere la prima incisione italiana dedicata ad una orchestra di flauti nella storia della discografia nazionale. Testimonial per la azienda artigianale Briccialdi, ha avuto da questa ultima una linea dedicata di sperimentazione e produzione di flauti traversi a taglio grave denominata Magister T88 con il I prototipo di flauto basso Albisiphone mai prodotto in Italia.
Recentemente è stato invitato dalla A.I.F., Accademia Italiana del Flauto a tenere la I Masterclass in Italia dedicata esclusivamente alla formazione di giovani orchestrali per Ensemble di Flauti.

NICOLA MAZZANTI

Nicola Mazzanti è dal 1988 ottavino solista dell’orchestra del Maggio Musicale Fiorentino. Svolge un’intensa attività come solista e in gruppi di musica da camera sia col flauto che con il piccolo, in Italia e all’estero. Molti compositori hanno scritto per lui brani per ottavino e pianoforte o concerti con orchestra. Il suo nome è legato a numerose prime assolute eseguite. Come solista, ha suonato con orchestre come i Pomeriggi Musicali di Milano, la Malta Philharmonic Orchestra,  l’Orchestra Sinfonica di Firenze e l’Orchestra Akronos di Prato.Dal 2001 tiene regolari e frequentatissimi corsi annuali di ottavino (Firenze e Roma) per i quali ha sviluppato una originale ed apprezzata metodologia didattica. Svolge masterclasses in Europa, Usa, Giappone. Ha pubblicato tre CD interamente dedicati al repertorio originale per piccolo e piano. Nel 2014 ha pubblicato il “Mazzanti Method” per la statunitense “Theodore Presser” che ha avuto una enorme risonanza mondiale. Mazzanti si è diplomato nel 1982 al Conservatorio “Cherubini” di Firenze con Sergio Giambi e si è perfezionato con James Galway, Aurèle Nicolet, Maxence Larrieu, Raymond Guiot, Emmanuel Pahud e Mario Ancillotti. È laureato in DAMS presso l’Università di Bologna.

MARTA ROSSI

Nata a Roma, si è diplomata con lode in Flauto e Musica da Camera presso il Consevatorio “S.Cecilia”, perfezionandosi presso la Scuola di Musica di Fiesole e successivamente con Angelo Persichilli, Wolfgang Schulz e Raimond Guiot (Accademia Nazionale di S.Cecilia e Accademia Italiana del Flauto).

Vincitrice di concorsi (Severino Gazzelloni, Premio ARAM) e audizioni, ha suonato con orchestre di rilievo, tra cui il Lirico di Cagliari e il Maggio Musicale Fiorentino. Nel 1998 e 2000 è stata invitata al Festival di cultura italiana presso la Hofstra University di New York e in numerose edizioni del Festival Internazionale “Flautissimo”. Si è esibita in qualità di solista con diverse orchestre (Orchestra del Conservatorio di S.Cecilia, Orchestra da Camera del Gonfalone, Orchestra di Roma e del Lazio, Philarmonia di Roma, Solisti Aquilani, Orchestra Tartini, JuniOrchestra di S. Cecilia), in concerti di repertorio e in prime esecuzioni (tra cui la prima italiana del Concerto per ottavino di Lowell Liebermann, presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma). Nel 2006 ha conseguito con lode il titolo di Dottore in Lettere e Filosofia presso l’università La Sapienza di Roma. Già Primo Flauto dell’Orchestra Giovanile Italiana e dell’Orchestra Regionale del Lazio (1998-2001), è attualmente membro stabile dell’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma.

SEBASTIAN JACOT

Nato a Ginevra, Sébastian inizia a studiare flauto ad otto anni. Si è formato presso il Conservatorio di Ginevra sotto la guida di Jacques Zoon. Dal 2006 al 2008 è stato primo flauto nell’orchestra Filarmonica di Hong Kong. Diviene poi primo flauto nell’Orchestra Filarmonica di Berlino nel 2014. Negli anni ha ricevuto numerosi premi, tra i quali primo premio al Kobe International Flute Competition e la migliore interpretazione nel Carl Nielsen International Flute Competition.

 

comunicato stampa:

CS FLAUTISSIMO PALLADIUM c

 

Teatro Palladium, Roma – 25 e 26 Novembre

FLAUTISSIMO 2017- “Il mare unisce i paesi che separa”. 19a edizione

 

ACCADEMIA ITALIANA DEL FLAUTO | VIA FERRUCCIO 28B | 00185 ROMA

tel: 06 44 70 32 90

info@flautissimo.it – segreteria@accademiaitalianadelflauto.it

www.flautissimo.it

facebook: flautissimofestival

Ufficio stampa : Fabiana Manuelli – stampa@fabianamanuelli.it

 

Prevendite:
biglietteria.palladium@uniroma3.it – tel. 327 2463456 (orario 10:00-13:00 / 15:00 – 20:00)
http://www.liveticket.it/TeatroPalladium