La rassegna di concerti lirici “Prime Donne” prosegue con Claudia Pavone, tra i più promettenti giovani soprani nel panorama lirico italiano, accompagnata al pianoforte da Marco Forgione. Ha già avuto modo di calcare il palco di alcuni fra i più importanti teatri italiani, collaborando fra gli altri con il maestro Riccardo Muti che nel 2015 la sceglie come allieva effettiva della “Riccardo Muti Italian Opera Academy” per lo studio del ruolo di Violetta.

Diplomata al Conservatorio di Castelfranco Veneto, in seguito ha vinto numerosi concorsi lirici, tra i quali spiccano il Concorso Lirico Internazionale Ruggero Leoncavallo di Montalto Uffugo (2012) in cui ha ottenuto il premio speciale “Miglior voce per Leoncavallo”; il prestigioso “Concorso Internazionale Scaligero Maria Callas Verona”(2013); il Concorso Internazionale di Canto Giacinto Prandelli di Brescia (2013); Il Concorso lirico Città di Bologna (dove si è aggiudicata anche il Premio Speciale “Renata Tebaldi” e la Borsa di Studio “Giusy Devinu”); il Concorso internazionale di canto lirico “Ferruccio Tagliavini” di Graz, in cui ha vinto il primo premio assoluto e il Premio della Critica del Corriere della Sera (2013) e infine il Concorso lirico Internazionale “Marcella Pobbe” di Vicenza(2014).

In febbraio 2014 ha interpretato Gasparina ne Il Campiello di Wolf – Ferrari presso il Teatro Sociale di Rovigo e il Teatro Malibran di Venezia. In estate 2015 si è esibita per la prima volta al Ravenna Festival con la video-opera contemporanea L’amor che move il sole e l’altre stelle di Adriano Guarnieri, in seguito ripresa presso il Festival Dei Due Mondi di Spoleto.

In campo sinfonico ha cantato il Requiem di Mozart, la Petite Messe Solennelle di Rossini e lo Stabat Mater di Pergolesi presso ii Teatro Municipale di Piacenza e nel marzo 2015 presso la Basilica di SanSiro a Sanremo con l’orchestra Sinfonica di Sanremo. Con la stessa ha eseguito a Brescia e a Sanremo il Salve Regina di Händel e l’Exultate,Jubilate di Mozart; con l’Orchestra Sinfonica “Città  di Grosseto”, lo Stabat Mater di Boccherini presso il Teatro Salvini di Pitigliano e la Cattedrale di Grosseto.

Tra i suoi impegni recenti: La traviata al Teatro La Fenice di Venezia, al Teatro Verdi di Trieste e al Teatro San Carlo di Napoli; Norma (Adalgisa) all’ Opéra de Rennes; La traviata all’Opera di Roma e al Teatro Bellini di Catania; Rigoletto (Gilda, debutto nel ruolo) con Opera Lombardia;La traviata all’Opera di Firenze e a La Fenice di Venezia con la direzione di Diego Matheuz; Carmen(Frasquita) a La Fenice di Venezia con la direzione di Myung Whun Chung. Fino al 18 dicembre è tra gli interpreti di Rigoletto e dal 12 al 26 gennaio de La Traviata all’Opera di Roma.

Progetti futuri: Rigoletto (Gilda) e La traviata all’Opera di Roma; L’elisir d’amore (Adina) al Teatro Verdi di Trieste; Così fan tutte (Fiordiligi) a Las Palmas; Rigoletto (Gilda) al Macerata Opera Festival; La traviata al Teatro San Carlo di Napoli e a La Fenice di Venezia; La bohème (Mimì) al Teatro Petruzzelli di Bari.

Al Palladium il soprano Claudia Pavone, accompagnata al pianoforte da Marco Forgione, esegue il programma “La notte e la luna”: un omaggio al mondo notturno.

“Apres un reve”, Faurè

“La luna” Mascagni

“Di notte nel mio giardino”, Rachmaninov

“Claire de lune”, Debussy

“Die Nacht”, Strauss

“Nacht”, Schubert

“Nacht”, Berg da Sieben Frühe

“Vaga luna”, Bellini

“A mezzanotte”, Donizetti

“Inno alla luna”, Rusalka Dvorak

“Casta diva”, Bellini

.


 

21 gennaio
20:30

Acquista